Pulizia protesi dentaria e dentiera: come eliminare tartaro e macchie?

Pulizia protesi dentarie

Migliaia di persone in tutto il mondo fanno uso di Protesi dentarie oppure di dentiera. Questi strumenti risultano essere estremamente utili e permettono di godere di numerosi benefici nonostante svariati problemi che possono sopraggiungere con l’età. Tuttavia, le protesi dentarie e la dentiera sono strumenti molto delicati. Questi alleati devono essere curati nei minimi dettagli e con una pulizia costante. Comunque, non tutti sanno come pulire le protesi dentarie e la propria dentiera. Anzi, a volte ci sono persone che credono di saper pulire tali oggetti, rovinando in realtà la loro efficienza. Occorre quindi analizzare nel dettaglio quale tecnica di pulizia protesi dentaria e dentiera seguire e come eliminare tartaro e macchie incluso i residui dalle proprie protesi oppure dalla propria dentiera.

Protesi dentarie: come tenerle sempre pulite?

In primo luogo, occorre analizzare come tenere sempre pulite le protesi dentarie. Occorre precisare che questi strumenti possono essere molto delicati, quindi quando si procede con la pulizia bisogna mostrare la massima attenzione possibile. Inoltre, i consigli che verranno forniti di seguito possono essere utili sia per coloro che possiedono protesi fisse, sia per coloro che invece utilizzano protesi mobili. Come prima cosa per tenere pulita la propria protesi dentaria è necessario munirsi di un contenitore speciale. Questo contenitore rappresenterà sotto un certo punto di vista la “casa” della propria protesi. Per questa ragione, il contenitore deve sempre essere pulito e deve necessariamente essere riposto in un luogo asciutto ed ordinato. Eventuali agenti esterni presenti all’interno del contenitore potrebbero poi contaminare la protesi dentaria, sporcandola ma soprattutto provocando complicazioni per la propria igiene orale. Magari per non perdere il proprio contenitore è bene etichettarlo segando con un simbolo adesivo il proprio nome e cognome.

Ma come riuscire ad effettuare una corretta pulizia della protesi dentaria? Ebbene, in questo caso esiste un vero e proprio modus operandi da seguire alla lettera. In questo caso, come primo passo è sempre bene lavarsi le mani. Può sembrare una formalità, ma lavandosi le mani si eliminano batteri che possono inquinare la protesi. Per proteggere ulteriormente i propri arti dal contatto diretto con il delicato strumento, è consigliato indossare dei guanti monouso. A questo punto bisogna spazzolare la protesi servendosi di uno specifico detergente per protesi dentarie. L’operazione deve essere effettuata con pazienza e cura, cercando di raggiungere anche gli angoli più nascosti della protesi. Si ricorda che se l’operazione viene effettuata in modo ottimale si comprenderà finalmente come sbiancare i denti finti.

Pulizia del tartaro dalle protesi e dalle dentiere

Dopo aver effettuato l’operazione di pulizia ed aver sistemato la protesi dentaria bisognerà averne cura anche quando si indossa quest’ultima. Difatti, con una corretta protezione e i passaggi giusti è possibile riuscire finalmente a capire come togliere tartaro da protesi dentarie. Ebbene, è onesto dire che le protesi dentarie in fin dei conti riproducono la formazione dentale di ogni individuo. Dunque, come per qualsiasi persona, anche chi possiede una protesi dentaria deve necessariamente prestare attenzione alla propria igiene orale. Questo significa avere cura dei propri denti, lavandoli dopo i pasti e prima di andare a dormire. Solitamente chi fa uso di protesi dentali deve lavarsi i denti per un totale di 5-6 volte al giorno. In particolare, coloro che fanno uso di sigarette devono prestare ancora più attenzione del solito alla pulizia delle protesi. Su queste ultime a causa del fumo potrebbero formarsi delle macchie di nicotina. Come togliere macchie di nicotina dalla protesi? Semplice, se possibile in primo luogo riducendo l’uso di sigarette e tabacco; poi quando si notano macchie di nicotina per eliminarle completamente è necessario stabilire una routine di lavaggio e rispettarla. Effettuando un procedimento continuo, le macchie con il tempo scompariranno facendo apparire i denti come nuovi.

Che dire poi, per coloro che possiedono una protesi dentale fissa? In questo caso, effettuare la pulizia dell’oggetto può essere più complicato. Con gli giusti strumenti comunque, è possibile riuscire a svolgere l’operazione in modo semplice ed in tempi relativamente brevi. Per pulire nel miglior modo possibile la propria protesi dentaria fissa occorre scegliere il dentifricio per protesi dentarie fisse adatto alle proprie circostanze. Sul mercato sono disponibili diversi modelli di dentifrici, è consigliato sceglierne uno rinfrescante e che protegga i denti il più a lungo possibile.

Protesi dentarie sporche: come pulirle efficacemente

Ci sono poi alcuni che preferiscono scegliere metodi più tradizionali. Rivolgendosi a metodi naturali sono centinaia gli over 65 che sono riusciti ad eliminare macchie e tartaro dalla propria protesi dentaria grazie a rimedi naturali. In primo luogo, il metodo più utilizzato dalla maggior parte di anziani che indossano questa tipologia di oggetto risulta essere il bicarbonato. Il bicarbonato per pulire protesi dentarie è eccellente. Il bicarbonato permette di eliminare le macchie, eliminare i batteri, mantenere un alito fresco e piacevole e soprattutto disinfettare la protesi. Utilizzando questo metodo naturale è possibile vedere come togliere macchie dalla protesi spendendo poco da un punto di vista economico.

Ma come pulire la protesi in modo naturale senza usare bicarbonato? Un buon consiglio a tale proposito può essere quello di usare l’aceto. Questo comune alleato che si trova facilmente in cucina può rivelarsi eccellente per combattere lo sporco che si annida nello strumento dentario. Per usare l’aceto occorre versarlo in una ciotola insieme all’acqua, in modo da creare una porzione potente. Dopodiché basta immergere la protesi per un tempo che può durare addirittura 12 ore. Solitamente si consiglia di fare questa operazione di notte, prima di andare a dormire. In questo modo il tartaro inizia ad allentarsi e gradualmente può scomparire completamente dalla protesi. Si ricorda comunque, che prima di usare l’aceto come rimedio al tartaro è bene avere un consulto medico certificato.

Come tenere pulita la dentiera?

Molti potrebbero pensare che protesi dentaria e dentiera siano la stessa cosa. In realtà questi due oggetti si differenziano sotto diversi aspetti. Per questa ragione, è opportuno non confondere le due cose, che come già accennato possiedono caratteristiche diverse. proprio per questa ragione, la dentiera necessita di un trattamento diverso per essere pulita e disinfettata. Anche in questo caso, è sempre bene ripeterlo, occorre effettuare le operazioni di pulizia con accortezza e soprattutto tanta precisione. Solo in questo modo è possibile svolgere un lavoro di eccellente qualità che sicuramente ridurrà i problemi di igiene orale.

Come tenere pulita la dentiera? Ebbene, la dentiera dovrebbe essere maneggiata con cura. Un buon metodo per pulirla e togliere di conseguenza il tartaro dalla dentiera può essere quello di utilizzare una soluzione contenente acqua e candeggina. Questa soluzione deve essere mischiata in un bicchiere. Dopodiché, bisogna prendere il proprio spazzolino personale ed immergerlo nel miscuglio. A quel punto bisogna estrarre la dentiera dalla propria bocca e spazzolarla per bene. L’operazione deve essere effettuata su ogni dente e su ogni cavità. Inoltre, prima di riporre la dentiera al suo posto naturale, è opportuno risciacquarla accuratamente.

Sbiancamento dalle macchie di nicotina e tabacco

Un trattamento particolare va riservato a coloro che fumano e fanno uso comune di sigarette oppure tabacco. In questo caso la dentiera tende ad ingiallirsi oppure può presentare macchie di tabacco. Queste macchie non sono molto semplici da togliere. Come è possibile quindi pulire una dentiera ingiallita e togliere macchie di nicotina dalla dentiera? Ebbene, ci sono diversi strumenti ai quali è possibile affidarsi. In questi casi, esistono dentifrici speciali dedicati interamente a coloro che vogliono eliminare macchie di nicotina dalla dentiera. Ancora, può essere utile immergere la propria dentiera in un collutorio anti-catrame, dal momento che questi prodotti tengono ad eliminare le macchie e la patina gialla che può formarsi.

Che dire invece di coloro che non vogliono affidarsi a prodotti sintetici ma preferiscono i classici e tradizionali rimedi naturali? Anche in questo caso esistono elementi naturali certificati ed estremamente utili. Uno di questi, come per le protesi dentarie risulta essere ancora una volta il bicarbonato. Se applicato quotidianamente il bicarbonato può riuscire a donare grandi soddisfazioni e benefici. Difatti, per riuscire ad utilizzare nel migliore dei modi questo elemento è importante versarlo in un bicchiere di medie dimensioni. La quantità versata dovrebbe essere adeguata ed il bicarbonato dovrebbe sciogliersi facilmente in acqua, agitandolo magari con un cucchiaino. Un volta sciolto, si dovrebbe ingoiare l’acqua cercando di effettuare quelli che vengono comunemente descritti come gargarismi. Può essere utile fare ciò per almeno 2-3 volte al giorno.

In ultima analisi quindi, seguendo i metodi indicati per pulire protesi dentarie e dentiera, è realmente possibile mantenere una corretta igiene orale, donando allo stesso tempo un’eccezionale immagine della propria persona.

Come posso saperne di più sulla Pulizia protesi dentaria e dentiera?

Se sei interessato ad approfondire il nostro staff sarà lieto di discutere con te di come preservare le protesi e le dentiere eliminando tartaro e macchie. Si prega di chiamare, il numero di  Tel. +39 02 5453402 o Fissare un appuntamento online per organizzare una consulenza privata per nuovi Impianti dentali presso il nostro ufficio. Non aspettare chiama ora. 

SHARE:
Share:
EnglishItaliano
Call Now Button