Placca Dentale

Parodontologia / Malattie gengivali

Alla scoperta della Placca Dentale: Cosa è e come si forma!

La placca dentale, conosciuta anche come patina dentaria, placca batterica o biopellicola orale, è un sottile strato appiccicoso ed opalescente che si accumula sulle superfici dei denti. Rappresenta il principale avversario della salute dentale, sviluppandosi soprattutto negli spazi tra i denti, sulle superfici masticatorie, nelle irregolarità dello smalto e intorno alla linea gengivale e al colletto dei denti.

Il Processo di Formazione della Placca Dentale: Accumulo e Metabolismo dei Microrganismi

La formazione della placca dentale è un processo estremamente complesso che si sviluppa in diverse fasi.

Inizialmente, si forma una sottile pellicola asettica composta da sostanze idrofobe e macromolecole come le glicoproteine salivari, le quali si assorbono sulla superficie dei denti. Questa pellicola iniziale è amorfa, organica e non cellulare, alterando la carica di superficie del dente e facilitando l’adesione batterica. La rapida colonizzazione avviene attraverso una varietà di germi presenti nella flora batterica orale, tra cui streptococchi come Streptococcus mutans, actinobacteria e fusobatteri.

Alcuni di questi microrganismi sono dotati di strutture proteiche chiamate adesine e coadesine, che favoriscono l’aggregazione e l’adesione alla superficie dentale. Questa proliferazione batterica dà origine a numerose colonie, causando un ispessimento della placca dentale. Con il tempo, arricchendosi di sostanze salivari e materiali cellulari ospitanti, la placca si trasforma in una matrice più complessa.

La diversità delle specie coinvolte e la complessità dell’architettura della placca favoriscono una comunità microbica variegata, che comprende anche specie anaerobiche. Questi microorganismi si adattano all’ambiente senza ossigeno producendo acidi organici. Queste sostanze acide, irritando e corrodendo il tessuto circostante, incidono sulla compattezza dello smalto, rendendolo più vulnerabile alla carie.

L’attacco acido indebolisce lo smalto, rendendolo più suscettibile ai danni, e può portare alla formazione della carie, compromettendo la salute del dente a livello di dentina e polpa.

 

Il Percorso della Placca Dentale: La Formazione del Tartaro!

La placca batterica, se non viene adeguatamente rimossa tramite un’igene orale accurata, subisce un processo di mineralizzazione che la trasforma in tartaro. Questo deposito durissimo, combinato con l’attività metabolica batterica, aumenta il rischio di malattia parodontale nella cavità orale.

Strategie per la Rimozione Efficace della Placca Batterica

Per eliminare efficacemente la placca batterica presente su denti e gengive e prevenire il deterioramento della salute orale, è fondamentale utilizzare attentamente lo spazzolino da denti e il filo interdentale.

Lo spazzolino dovrebbe essere impiegato in modo accurato dopo i pasti principali e soprattutto prima di coricarsi, poiché durante il sonno i batteri presenti nella placca possono agire più liberamente. È importante applicare una tecnica di spazzolamento corretta per assicurare una pulizia efficace delle superfici dentali.

L’uso del filo interdentale è altrettanto cruciale, in quanto consente di rimuovere la placca accumulata tra i denti, dove lo spazzolino potrebbe non raggiungere. Questa pratica contribuisce a mantenere l’igiene in aree difficili da pulire con lo spazzolino.

La combinazione di queste tecniche di igiene orale quotidiana è essenziale per prevenire la formazione e l’accumulo della placca batterica, preservando così la salute generale della bocca.

Come posso saperne di più di Placca Dentale?

Se sei interessato ad approfondire il nostro staff sarà lieto di discutere con te di Placca Dentale e di tutto quello che occorre sapere riguardo la parodontologia.

Si prega di chiamare, il nr. di  Tel. +39 02 5453402 o Fissare un appuntamento online per organizzare una visita gratuita presso il nostro studio. Codice deontologico, non aspettare chiama ora.

Share:
/*